LEGGI NEWS

-

21-05-2018

Rottami sì, ma solo «di qualità» Il consumo di acciaio in aumento

Corriere della Sera - 19 Maggio 2018 Brescia


A fronte di un consumo di acciaio che per il 2018 si manterrà in crescita, anche se a ritmi meno sostenuti rispetto allo scorso anno, ad aumentare sarà la domanda di materie prime di qualità. Per il rottame è infatti prevista una maggiore richiesta mentre per il prezzo, dopo due anni di rialzi, la tendenza è al consolidamento.
Queste sono alcune delle conclusioni emerse dal convegno organizzato da Siderweb dal titolo: "Rottame 4.0 Le materie prime in un mercato che cambia".
Partendo da un dato di fatto: "I produttori italiani di acciaio hanno la necessità di reagire a grandi
sfide come quelle che riguardano le perturbazioni su rottame - ha ricordato Flavio Bregant, direttore generale
di Federacciai - Dopo i dazi imposti da Donald Trump sull'acciaio potrebbe aumentare il costo del rottame sul mercato interno. La Turchia, che dagli Usa ne importa oltre quattro milioni di tonnellate l'anno, acquisterà a prezzi maggiori o si riverserà sul mercato europeo? La risposta non è trascurabile per gli effetti che si potranno avere".
Altrettanto certo "è l'aumento della richiesta di rottami di qualità. Molte acciaierie si sono spostate sulle specialty e si è verificata una ripresa importante del lavoro delle fonderie di ghisa".
Nel 2017, l'Italia ha superato i 12 milioni di tonnellate di gettito di rottame, in aumento dell'8% sul 2016 anche se rimangono lontani i quindici milioni degli anni 2007 e 2008 aggiungendo però che "si sta recuperando marginalità".


 





« torna a tutte le news




This website uses cookies to ensure the best experience on our website. By continuing to use our website you agree to this according to Cookies Policy      OK